À PROPOS

profilo

J’avais dit «jamais de blog»… mais j’avais dit aussi «jamais dire jamais».

Bon. Je suis là, je me présente. Margherita, 100% italienne, devenue Montréalaise par amour.

J’ai commencé à cuisiner quand j’étais petite, fascinée par la magie de voir une tarte gonfler dans le four. Après j’ai continué à cuisiner pour le plaisir d’inviter des amis à ma table. Diner après diner le plaisir de penser aux recettes possibles, au nombre d’invités est devenu une façon de m’exprimer, d’oublier tout «ce qui n’a aucune relation avec les ingrédients».

Chaque plat parle de mon histoire, on y trouve la contribution de ma famille, de mon mari, de mes amis qui m’ont soutenue et savourent beaucoup mes recettes italiennes.

•  •  •

Once I said “I will never write a blog”..but I also said “ never say never”… and here I am! I’ll introduce myself. My name is Margherita, from Florence, 100% Italian, became Canadian for the sake of love.

I started cooking when I was a child for the pleasure of watching a cake rise in the oven. Then, year after year I started to cook for the pleasure of having my friends come over, sitting on my table and observing them devouring all I had prepared. Dinner after dinner the pleasure of thinking about which recipes to prepare and how many people to invite over has become my favorite way to express myself, and also a way to forget everything that is not about ingredients.

Each recipe that you will find in this blog talks a little bit about myself and about my story. You can find out the contribution of my family, my husband and all of my friends who have supported me during all these years, the same who have tested and eaten up all my dishes!

There is one point I want to make clear: I’m not that good with dealing with precise quantities, such as mg, ml, cc, etc…My taste is more important than grams, but I promise that I will be as much precise as I can.

Contactez-moi lapetitecasserole@gmail.com

 

331 thoughts on “À PROPOS

  1. Grande Margi
    I miei sinceri e affettuosi complimenti,perché immagino….possa non essere facile ma fantasia e iniziativa verranno senza dubbio premiate!
    A presto
    Sandra

  2. Grande Margi
    I miei sinceri e affettuosi complimenti,perché immagino….possa non essere facile ma fantasia e iniziativa verranno senza dubbio premiate!
    A presto
    Sandra

  3. I am one of those who has devoured and enjoyed many of your dishes. I was lucky enough to miss only a few of your delicious dinners.
    and now that you are ‘overseas’ I will settle for reading your recipes … I’ll try to cook some and to copy your terrific way to cook!
    …. but… I’ll wait for you here in Italy to enjoy again delights cooked by you! :)
    margy, good luck!

  4. I am one of those who has devoured and enjoyed many of your dishes. I was lucky enough to miss only a few of your delicious dinners.
    and now that you are ‘overseas’ I will settle for reading your recipes … I’ll try to cook some and to copy your terrific way to cook!
    …. but… I’ll wait for you here in Italy to enjoy again delights cooked by you! :)
    margy, good luck!

  5. Amica… che emozione.. in bocca al lupo per questo meraviglioso viaggio tra lo zucchero a velo e i mestoli… bisous

  6. Amica… che emozione.. in bocca al lupo per questo meraviglioso viaggio tra lo zucchero a velo e i mestoli… bisous

  7. I was waiting for this blog..!! My congratulation to Margherita, a real italian woman chef! I know her passion for cooking but most important thing: I know her research for the good and special ingredients and elective raw materials!! ; )) good luck for this new delicious travel !!

  8. I was waiting for this blog..!! My congratulation to Margherita, a real italian woman chef! I know her passion for cooking but most important thing: I know her research for the good and special ingredients and elective raw materials!! ; )) good luck for this new delicious travel !!

  9. Bellissimo Margi! Sei un fenomeno! …chissà che ricette mi verranno fuori con google translate! Come si dice melenzane lunchi?

  10. Bellissimo Margi! Sei un fenomeno! …chissà che ricette mi verranno fuori con google translate! Come si dice melenzane lunchi?

  11. Grande Margy, brava e bella!
    Ti giro un articolo su i 10 migliori libri di food del 2013:
    Eccoli.
    Cooked di Michael Pollan In attesa che arrivi tradotto in Italia, Cooked (Allen Lane) di Michael Pollan spopola negli Usa e in Gran Bretagna. Continua insomma la sua campagna nell’insegnarci a mangiare meglio. Non ci sono ricette. Ma una narrazione in perfetto stile Pollan attraverso personaggi di quotidiana straordinarietà: il panettiere surfista, la produttrice di formaggio di capra..Una canzone d’amore alla vecchia e cara cucina slow. Perfetto.
    Historic Heston (Bloomsbury) Chi non conosce Heston Blumenthal? Cuoco autodidatta, è fondatore e proprietario del ristorante The Fat Duck a Bray nel Berkshire, premiato con tre stelle Michelin dal 2004. Considerato un esponente della gastronomia molecolare, ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali, condotto diversi programmi televisivi e scritto diversi libri di cucina. L’ultimo, è un capolavoro. Si intitola Historic Heston Una storia scientificamente ricostruita della cucina britannica dal Medioevo all’epoca vittoriana. Teatralità e gioco nei piatti proposti, con fotografie che colpiscono come quadri di Pollock. E dimenticate di rifare a casa la zuppa di tartarughe o la gelatina di mandarino. Troppo difficili. Limitatevi a leggere e sognare.
    A qualcuno piace Cracco (Rizzoli) Niente da fare. Chi si aspettava un libro cheap, da personaggio tv, rimarrà deluso. Carlo Cracco, due stelle Michelin ma anche giudice di Masterchef e neo epigono di Gordon Ramsay in Hell’s Kitchen (ad aprile su Sky) quando scrive fa sul serio. E riesce a produrre anche questa volta uno di quei libri da tenere nello scaffale della cucina e consultare, consultare, consultare… Ricette regionali studiate e rispettosamente rivisitate pensando a noi (cosa non scontata), che poi dobbiamo provarci a casa. Il risultato è davvero ottimo. Lui in più è simpatico. Da comprare ma anche da regalare.
    Tea Time di Csaba Dalla Zorza (Luxury Books) Ammettiamolo: Csaba Dalla Zorza è una delle poche, in Italia, a riuscire a produrre libri che siano realmente competitivi a livello internazionale. Con una particolarità: le sue ricette funzionano sempre. Anche l’ultimo, Tea Time, è una gioia per gli occhi. Ma è anche uno di quei volumi da aprire quando si deve organizzare un party con gli amici, una festa di compleanno dei bambini, un’occasione speciale. Troverete i consigli e le ricette giuste. Declinate con classe e foto belle homemade (anche questo non così scontato). Promossa.
    Crostate di I Calycanthus (Guido Tommasi) Premessa: a questi autori ci lega un vistoso conflitto di interessi. Sono gli insegnanti geniali della nostra scuola di cucina speciale, Allacciate i grembiuli (www.cucina.corriere.it). I Calycanthus però sono anche altro. Raffinati autori di ricette che non scodellano ingredienti e foto con superficialità, come spesso avviene. Ma si concentrano invece su storia, ragioni, pensieri. Leggere anche il loro ultimo lavoro, crostate, fa venir voglia di…allacciare i grembiuli, appunto. E le foto, mai banali, una raffinata rarità.
    Jerusalem di Yotam Ottolenghi e Sami Tamini (Bompiani) Ci sono libri che non possono essere inseriti in una categoria riduttiva: cucina, reportage… E’ il caso di questo libro ,vero successo internazionale ora tradotto finalmente in italiano. Ottolenghi e Tamini hanno affidato a immagini e ricette uno dei reportage meglio riusciti della loro terra, dei loro popoli (israeliano e palestinese). In una sintonia gastronomica che fa bene al cuore. È uno di quei libri che si devono possedere. O anche solo regalare. Perché hanno diversi livelli di lettura, e non tradiscono mai la nostra voglia di curiosità.
    Chefacile di Davide Oldani (Mondadori) Lo chef più pop scrive per noi un libro di ricette facili e veloci da riprodurre a casa soprattutto. un atto d’amore versi i suoi estimatori (tanti) che lo ritengono l’unico in grado di fare alta cucina con mezzi poveri e con tanta maestria. da vere (fisso) in cucina.
    Scandilicious-Baking di Signe Johansen (Hodder & Stoughton) Intanto lei, personaggio assoluto. Trasferitasi dalla Norvegia a Londra, dove ha studiato antropologia alimentare e anche cucina alla Leiths School, Signe Johansen è una food writer raffinatissima. E anche se questo libro è uscito da un anno io ve lo propongo perché vi aiuterà a entrare nelle atmosfere scandinave. In questo caso vi aprirà le porte del baking con identità nordica. Benvenuti in un luogo dove i dolci sono fatti con il burro buono. Dove i festival sono dedicati alla panificazione. E dove si è convinti che non c’è niente di più entusiasmante di farsi da soli il pane, o i biscotti, a Natale. Il profumo di cardamomo vi arriverà anche dalle pagine.
    La piccola cucina parigina, di Rachel Koo (Luxury books) Quando si dice un libro fatto bene Con ricette non buttate lì. Con foto che vi riempiranno occhi e cuore. Rachel Koo non è solo un personaggio v, ma anche una ragazza intelligente e colta. E lo si vede da come riesce a declinare le sue ricette. Un gioiellino di creatività e originalità. Anche questo, non è nuovissimo. Ma quale migliore occasione di regalarlo, soprattutto agli amanti della cucina francese rivisitata?
    I dolci di casa mia Maurizio Santin (Guido Tommasi) Lui ci sta simpatico. Nonostante faccia di tutto per non prendersi sul serio. Si fa chiamare il cuoco nero, ha scelto la tv quando anche pochi colleghi lo facevano, ha sempre un’aria scanzonata. Ma Maurizio Santin è soprattutto un bravissimo pasticciere, per di più figlio d’arte (i mitici Santin…). I dolci Maurizio li sa fare. E li sa anche spiegare. Con originalità e competenza. Per questo, se avete voglia di un libro che aiuti davvero a fare una torta a casa, questo è quello che fa per voi.

  12. Grande Margy, brava e bella!
    Ti giro un articolo su i 10 migliori libri di food del 2013:
    Eccoli.
    Cooked di Michael Pollan In attesa che arrivi tradotto in Italia, Cooked (Allen Lane) di Michael Pollan spopola negli Usa e in Gran Bretagna. Continua insomma la sua campagna nell’insegnarci a mangiare meglio. Non ci sono ricette. Ma una narrazione in perfetto stile Pollan attraverso personaggi di quotidiana straordinarietà: il panettiere surfista, la produttrice di formaggio di capra..Una canzone d’amore alla vecchia e cara cucina slow. Perfetto.
    Historic Heston (Bloomsbury) Chi non conosce Heston Blumenthal? Cuoco autodidatta, è fondatore e proprietario del ristorante The Fat Duck a Bray nel Berkshire, premiato con tre stelle Michelin dal 2004. Considerato un esponente della gastronomia molecolare, ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali, condotto diversi programmi televisivi e scritto diversi libri di cucina. L’ultimo, è un capolavoro. Si intitola Historic Heston Una storia scientificamente ricostruita della cucina britannica dal Medioevo all’epoca vittoriana. Teatralità e gioco nei piatti proposti, con fotografie che colpiscono come quadri di Pollock. E dimenticate di rifare a casa la zuppa di tartarughe o la gelatina di mandarino. Troppo difficili. Limitatevi a leggere e sognare.
    A qualcuno piace Cracco (Rizzoli) Niente da fare. Chi si aspettava un libro cheap, da personaggio tv, rimarrà deluso. Carlo Cracco, due stelle Michelin ma anche giudice di Masterchef e neo epigono di Gordon Ramsay in Hell’s Kitchen (ad aprile su Sky) quando scrive fa sul serio. E riesce a produrre anche questa volta uno di quei libri da tenere nello scaffale della cucina e consultare, consultare, consultare… Ricette regionali studiate e rispettosamente rivisitate pensando a noi (cosa non scontata), che poi dobbiamo provarci a casa. Il risultato è davvero ottimo. Lui in più è simpatico. Da comprare ma anche da regalare.
    Tea Time di Csaba Dalla Zorza (Luxury Books) Ammettiamolo: Csaba Dalla Zorza è una delle poche, in Italia, a riuscire a produrre libri che siano realmente competitivi a livello internazionale. Con una particolarità: le sue ricette funzionano sempre. Anche l’ultimo, Tea Time, è una gioia per gli occhi. Ma è anche uno di quei volumi da aprire quando si deve organizzare un party con gli amici, una festa di compleanno dei bambini, un’occasione speciale. Troverete i consigli e le ricette giuste. Declinate con classe e foto belle homemade (anche questo non così scontato). Promossa.
    Crostate di I Calycanthus (Guido Tommasi) Premessa: a questi autori ci lega un vistoso conflitto di interessi. Sono gli insegnanti geniali della nostra scuola di cucina speciale, Allacciate i grembiuli (www.cucina.corriere.it). I Calycanthus però sono anche altro. Raffinati autori di ricette che non scodellano ingredienti e foto con superficialità, come spesso avviene. Ma si concentrano invece su storia, ragioni, pensieri. Leggere anche il loro ultimo lavoro, crostate, fa venir voglia di…allacciare i grembiuli, appunto. E le foto, mai banali, una raffinata rarità.
    Jerusalem di Yotam Ottolenghi e Sami Tamini (Bompiani) Ci sono libri che non possono essere inseriti in una categoria riduttiva: cucina, reportage… E’ il caso di questo libro ,vero successo internazionale ora tradotto finalmente in italiano. Ottolenghi e Tamini hanno affidato a immagini e ricette uno dei reportage meglio riusciti della loro terra, dei loro popoli (israeliano e palestinese). In una sintonia gastronomica che fa bene al cuore. È uno di quei libri che si devono possedere. O anche solo regalare. Perché hanno diversi livelli di lettura, e non tradiscono mai la nostra voglia di curiosità.
    Chefacile di Davide Oldani (Mondadori) Lo chef più pop scrive per noi un libro di ricette facili e veloci da riprodurre a casa soprattutto. un atto d’amore versi i suoi estimatori (tanti) che lo ritengono l’unico in grado di fare alta cucina con mezzi poveri e con tanta maestria. da vere (fisso) in cucina.
    Scandilicious-Baking di Signe Johansen (Hodder & Stoughton) Intanto lei, personaggio assoluto. Trasferitasi dalla Norvegia a Londra, dove ha studiato antropologia alimentare e anche cucina alla Leiths School, Signe Johansen è una food writer raffinatissima. E anche se questo libro è uscito da un anno io ve lo propongo perché vi aiuterà a entrare nelle atmosfere scandinave. In questo caso vi aprirà le porte del baking con identità nordica. Benvenuti in un luogo dove i dolci sono fatti con il burro buono. Dove i festival sono dedicati alla panificazione. E dove si è convinti che non c’è niente di più entusiasmante di farsi da soli il pane, o i biscotti, a Natale. Il profumo di cardamomo vi arriverà anche dalle pagine.
    La piccola cucina parigina, di Rachel Koo (Luxury books) Quando si dice un libro fatto bene Con ricette non buttate lì. Con foto che vi riempiranno occhi e cuore. Rachel Koo non è solo un personaggio v, ma anche una ragazza intelligente e colta. E lo si vede da come riesce a declinare le sue ricette. Un gioiellino di creatività e originalità. Anche questo, non è nuovissimo. Ma quale migliore occasione di regalarlo, soprattutto agli amanti della cucina francese rivisitata?
    I dolci di casa mia Maurizio Santin (Guido Tommasi) Lui ci sta simpatico. Nonostante faccia di tutto per non prendersi sul serio. Si fa chiamare il cuoco nero, ha scelto la tv quando anche pochi colleghi lo facevano, ha sempre un’aria scanzonata. Ma Maurizio Santin è soprattutto un bravissimo pasticciere, per di più figlio d’arte (i mitici Santin…). I dolci Maurizio li sa fare. E li sa anche spiegare. Con originalità e competenza. Per questo, se avete voglia di un libro che aiuti davvero a fare una torta a casa, questo è quello che fa per voi.

  13. Toutes mes félicitations pour ce magnifique blog! Je dois dire que je suis l’une des chanceuses à Montréal qui peut maintenant profiter de cette cuisine délicieuse et originale! Tu ne manques de nous surprendre à chaque fois!

    Bon succès Margy!
    Bisous
    Marge xx

    P.S. O-M-G j’ignorais l’existence de cette tarte au chocolat!

  14. Toutes mes félicitations pour ce magnifique blog! Je dois dire que je suis l’une des chanceuses à Montréal qui peut maintenant profiter de cette cuisine délicieuse et originale! Tu ne manques de nous surprendre à chaque fois!

    Bon succès Margy!
    Bisous
    Marge xx

    P.S. O-M-G j’ignorais l’existence de cette tarte au chocolat!

  15. You have such a beautiful blog Margherita! I’m amazed that you’re Italian and you write in fluent French, I am an English-Australian and I only speak and write one language unfortunately – English!! Love your blog, your beautiful writing and stories. I can tell that I will be reading a lot more from you in future! xx

  16. You have such a beautiful blog Margherita! I’m amazed that you’re Italian and you write in fluent French, I am an English-Australian and I only speak and write one language unfortunately – English!! Love your blog, your beautiful writing and stories. I can tell that I will be reading a lot more from you in future! xx

  17. Piacere d’averti trovata! così leggendoti miglioro sia l’inglese che il francese! :D

    “I started cooking when I was a child for the pleasure of watching a cake rise in the oven. Then, year after year I started to cook for the pleasure of having my friends come over, sitting on my table and observing them devouring all I had prepared. Dinner after dinner the pleasure of thinking about which recipes to prepare and how many people to invite over has become my favorite way to express myself, and also a way to forget everything that is not about ingredients.”

    Potrei dire la stessa cosa di me! :)

    Auguri e a presto!

    1. Lo spero… mi dicono che nonostante le revisioni qualche errore rimane… ma che ci posso fare? anche se all’estero continuo a sentirmi italiana 100%! grazie mille, un sacco di cose belle nel tuo blog!
      Buon anno e a presto!

  18. Piacere d’averti trovata! così leggendoti miglioro sia l’inglese che il francese! :D

    “I started cooking when I was a child for the pleasure of watching a cake rise in the oven. Then, year after year I started to cook for the pleasure of having my friends come over, sitting on my table and observing them devouring all I had prepared. Dinner after dinner the pleasure of thinking about which recipes to prepare and how many people to invite over has become my favorite way to express myself, and also a way to forget everything that is not about ingredients.”

    Potrei dire la stessa cosa di me! :)

    Auguri e a presto!

    1. Lo spero… mi dicono che nonostante le revisioni qualche errore rimane… ma che ci posso fare? anche se all’estero continuo a sentirmi italiana 100%! grazie mille, un sacco di cose belle nel tuo blog!
      Buon anno e a presto!

  19. Super margi! Il blog è elegantissimo e pulitissimo mi piace da matti, complimentoni è proprio una bella idea :) A bientot e tanti bisoux!!!

  20. Super margi! Il blog è elegantissimo e pulitissimo mi piace da matti, complimentoni è proprio una bella idea :) A bientot e tanti bisoux!!!

  21. Ciao Margherita! So glad you bumped into my blog… it has led me to you, a fellow Italian and Montrealer! You have a very lovely blog and I can’t wait to spend some time perusing your recipes in depth. Ciao! Piacere di fare la tua conoscenza! xoxo

  22. Ciao Margherita! So glad you bumped into my blog… it has led me to you, a fellow Italian and Montrealer! You have a very lovely blog and I can’t wait to spend some time perusing your recipes in depth. Ciao! Piacere di fare la tua conoscenza! xoxo

    1. Quando leggerai le statistiche del tuo blog e ci sarà una “lucina” (mi auguro anche più di una) sul Canada, beh quella sarò io!
      Grazie mille per la visita, peccato che durante questi “convenevoli” non si possano offrire tè e biscotti agli ospiti! :)

    1. Quando leggerai le statistiche del tuo blog e ci sarà una “lucina” (mi auguro anche più di una) sul Canada, beh quella sarò io!
      Grazie mille per la visita, peccato che durante questi “convenevoli” non si possano offrire tè e biscotti agli ospiti! :)

  23. Ciao Margherita,
    Sono molto contenta di avere trovato il tuo blog (bon, mon italien est un peu rouillé, je vais continuer en français sinon ça va me prendre des heures). J’adore la cuisine italienne et compte bien découvrir de belles recettes sur ces pages ! Tu as eu raison de “ne jamais dire jamais” !

  24. Ciao Margherita,
    Sono molto contenta di avere trovato il tuo blog (bon, mon italien est un peu rouillé, je vais continuer en français sinon ça va me prendre des heures). J’adore la cuisine italienne et compte bien découvrir de belles recettes sur ces pages ! Tu as eu raison de “ne jamais dire jamais” !

  25. Hello Margherita. Just found you from your comment on Fig & Quince, just had to click because I really like your “gravatar”! You have a beautiful blog and am looking forward to your wonderful recipes and posts.

        1. Oh really? thank you, I’m trying to do my best, but as you know is not so easy find every day something to write, sometimes the only thing you want is sharing just what you’ve cooked… am I wrong?

  26. Hello Margherita. Just found you from your comment on Fig & Quince, just had to click because I really like your “gravatar”! You have a beautiful blog and am looking forward to your wonderful recipes and posts.

        1. Oh really? thank you, I’m trying to do my best, but as you know is not so easy find every day something to write, sometimes the only thing you want is sharing just what you’ve cooked… am I wrong?

  27. Ciao margherita sono Silvia, una delle admin delle bloggalline. Volevamo inserirti sul gruppo facebook ma non abbiamo il link al tuo profilo. Puoi inviare la richiesta di amicizia direttamente a me, Silvia Macedonio. Grazie!

  28. Ciao margherita sono Silvia, una delle admin delle bloggalline. Volevamo inserirti sul gruppo facebook ma non abbiamo il link al tuo profilo. Puoi inviare la richiesta di amicizia direttamente a me, Silvia Macedonio. Grazie!

  29. Your blog is beautiful and rich! I look forward to trying some of the recipes and seeing what future posts hold. Thank you for sharing. I write a blog reviewing recipes and would like to review some of yours in the future, there will be a link provided to your blog. I tell how long it takes, how hard it is and then a review. I have no doubt they will be wonderful.

  30. Your blog is beautiful and rich! I look forward to trying some of the recipes and seeing what future posts hold. Thank you for sharing. I write a blog reviewing recipes and would like to review some of yours in the future, there will be a link provided to your blog. I tell how long it takes, how hard it is and then a review. I have no doubt they will be wonderful.

  31. Margherita, you have one of the most adorable blogs ever!!! I am so glad you stopped by mine (thanks for all the likes by the way ;-) so I could discover yours – what a gem! I love the mood you create with your pictures, the setting, the cutlery, serve ware! Everything! ;-) And I really admire how you manage to write in 3 languages!! Wow!! I was thinking of adding a German version too sometimes, but it’s just so much work! ;-)
    Anyways, so happy to have found your piece of art and looking forward to read more!
    Sylvia

    1. Thank you Sylvia! what a lovely comment! I was really impressed by your blog too… all those amazing pictures and colours bewitched me!
      3 languages is a though work, but it’s a way to keep myself trained (and improve) with english and french…. I still have a lot to learn!
      So keep in touch!

  32. Margherita, you have one of the most adorable blogs ever!!! I am so glad you stopped by mine (thanks for all the likes by the way ;-) so I could discover yours – what a gem! I love the mood you create with your pictures, the setting, the cutlery, serve ware! Everything! ;-) And I really admire how you manage to write in 3 languages!! Wow!! I was thinking of adding a German version too sometimes, but it’s just so much work! ;-)
    Anyways, so happy to have found your piece of art and looking forward to read more!
    Sylvia

    1. Thank you Sylvia! what a lovely comment! I was really impressed by your blog too… all those amazing pictures and colours bewitched me!
      3 languages is a though work, but it’s a way to keep myself trained (and improve) with english and french…. I still have a lot to learn!
      So keep in touch!

  33. I am so glad that you also said,never say never…my dear Margherita:). It is a joy to see your work, recipes, pictures and interact with you. You are such a talented person and I always learn something new from you.
    Cheers
    Sonal

    1. What a pleasure hearing these words from you. That’s really kind of you. I’m learning a lot from you, as I told you, ingredients and flavours completely unknown for me and for my italian cooking heritage! Thanks a lot for stopping by!

  34. I am so glad that you also said,never say never…my dear Margherita:). It is a joy to see your work, recipes, pictures and interact with you. You are such a talented person and I always learn something new from you.
    Cheers
    Sonal

    1. What a pleasure hearing these words from you. That’s really kind of you. I’m learning a lot from you, as I told you, ingredients and flavours completely unknown for me and for my italian cooking heritage! Thanks a lot for stopping by!

  35. Hello Margherita! I’m happy that came across your blog :) Love your photography and styling (and that cup with blue pattern and cookies in it:))
    Looking forward to read more about Italian cuisine!
    Cheers, Mila

  36. Hello Margherita! I’m happy that came across your blog :) Love your photography and styling (and that cup with blue pattern and cookies in it:))
    Looking forward to read more about Italian cuisine!
    Cheers, Mila

  37. I just discovered your blog, and I really love your style and choice of recipes! magnifique! And when I just read that you love to watch a dough growing in the oven, it put a really big smile on my face – I almost used the same words for describing the magic that my mum´s kitchen provided for me when I was little….

  38. I just discovered your blog, and I really love your style and choice of recipes! magnifique! And when I just read that you love to watch a dough growing in the oven, it put a really big smile on my face – I almost used the same words for describing the magic that my mum´s kitchen provided for me when I was little….

  39. Ciao Margherita! Piacere di conoscerti.
    Grazie mille per “avermi trovata” ed “esserti fermata”! :-) Hai un bellissimo blog, davvero, complimenti! Non vedo l’ora di leggere di più…

  40. Ciao Margherita! Piacere di conoscerti.
    Grazie mille per “avermi trovata” ed “esserti fermata”! :-) Hai un bellissimo blog, davvero, complimenti! Non vedo l’ora di leggere di più…

  41. Coucou,
    Je me permet de t’écrir comme je sais que tu es Italienne.
    En fait, j’ai vu dans une emission culinaire un gâteau qui me donne vraiment envie ( c’est un patissier Italien qui l’a fait) c’est la Cassata. Tu connais ? C’est à la ricotta, enrouler de pâte d’amande et des fruits confies.
    C’est facile à faire ? Leger? pas trop lourd ?
    Vraiment ça donne envie !!!
    désolé pour tout le blablabla
    à tres vite
    merci

    1. Tu as bien fait à m’écrire! la cassata c’est un gâteau très connu dan l’Italie du sud, il est vraiment bon! je n’ai jamais essayer à le faire moi même, mais je crois qu’il assez facile. Il faut quand même avoir de la ricotta de bonne qualité. Est ce que tu as la recette?

      1. Ah super
        J’ai trouver celle ci
        http://blog.cuisine-et-mets.com/cassata-sicilienne-un-grand-dessert-italien/
        Juste a la place de l’alcool je mettrai du sirop je pense ( eau + sucre )
        Il faut que je trouve la ricotta, je vais rarement dans les supermarchés.
        Oui d’après ce que j’ai vu c’est facile et rapide a faire. Moi je ne veux pas le faire trop épais. L’avantage c’est qu’il n’y a pas de beurre dans la recette, je diminuerai le sucre par contre. Je veux juste en un petit pour 2 personnes. Je mange pas beaucoup moi ))).
        Si ça t’intéresse, l’émission en question c’est “cake boss” sur la chaîne Vivolta
        Au passage, j’ai déjà fais les cannolis siciliens un pure délice et très facile.
        Merci bonne nuit !

        1. Oui, la Cassata c’est pas vraiment lourde. Tu remplacer l’alcool par du sirop, mais il faut que tu sache que c’est l’alcool qui va parfumer beaucoup la ricotta… je suis sûre que tu vas l’adorer, surtout si tu as déjà aimé les cannoli! laisse moi savoir!

  42. Coucou,
    Je me permet de t’écrir comme je sais que tu es Italienne.
    En fait, j’ai vu dans une emission culinaire un gâteau qui me donne vraiment envie ( c’est un patissier Italien qui l’a fait) c’est la Cassata. Tu connais ? C’est à la ricotta, enrouler de pâte d’amande et des fruits confies.
    C’est facile à faire ? Leger? pas trop lourd ?
    Vraiment ça donne envie !!!
    désolé pour tout le blablabla
    à tres vite
    merci

    1. Tu as bien fait à m’écrire! la cassata c’est un gâteau très connu dan l’Italie du sud, il est vraiment bon! je n’ai jamais essayer à le faire moi même, mais je crois qu’il assez facile. Il faut quand même avoir de la ricotta de bonne qualité. Est ce que tu as la recette?

      1. Ah super
        J’ai trouver celle ci
        http://blog.cuisine-et-mets.com/cassata-sicilienne-un-grand-dessert-italien/
        Juste a la place de l’alcool je mettrai du sirop je pense ( eau + sucre )
        Il faut que je trouve la ricotta, je vais rarement dans les supermarchés.
        Oui d’après ce que j’ai vu c’est facile et rapide a faire. Moi je ne veux pas le faire trop épais. L’avantage c’est qu’il n’y a pas de beurre dans la recette, je diminuerai le sucre par contre. Je veux juste en un petit pour 2 personnes. Je mange pas beaucoup moi ))).
        Si ça t’intéresse, l’émission en question c’est “cake boss” sur la chaîne Vivolta
        Au passage, j’ai déjà fais les cannolis siciliens un pure délice et très facile.
        Merci bonne nuit !

        1. Oui, la Cassata c’est pas vraiment lourde. Tu remplacer l’alcool par du sirop, mais il faut que tu sache que c’est l’alcool qui va parfumer beaucoup la ricotta… je suis sûre que tu vas l’adorer, surtout si tu as déjà aimé les cannoli! laisse moi savoir!

  43. Hi! I am enjoying the recipes, photos, and stories in your blog very much. I always like reading the story behind a recipe, the origin, why the chef made it, etc. All the food looks so delicious! What a very nice looking blog. Thank you for visiting and following!

  44. Hi! I am enjoying the recipes, photos, and stories in your blog very much. I always like reading the story behind a recipe, the origin, why the chef made it, etc. All the food looks so delicious! What a very nice looking blog. Thank you for visiting and following!

  45. Hi Margherita, Thank you for recently stopping by my blog. I am happy to have found yours. The pictures of your food are so pretty. In reading your “About” page, I have so many of the same feelings you do about cooking. It is nice to connect with someone who feels the same way about food, even though we live so far apart. I look forward to seeing more of your recipes and pictures!

  46. Hi Margherita, Thank you for recently stopping by my blog. I am happy to have found yours. The pictures of your food are so pretty. In reading your “About” page, I have so many of the same feelings you do about cooking. It is nice to connect with someone who feels the same way about food, even though we live so far apart. I look forward to seeing more of your recipes and pictures!

  47. Hi Margherita- I just wanted to let you know that I love your blog and just started following it. Awesome job and I can’t wait to see more of your recipes and photography :-)

  48. Hi Margherita- I just wanted to let you know that I love your blog and just started following it. Awesome job and I can’t wait to see more of your recipes and photography :-)

  49. Hi Margherita! I just found your blog through Darya at Tortore. I love the space you’re creating here! I sympathize with moving for love! Somehow I became a Central Texan.

  50. Hi Margherita! I just found your blog through Darya at Tortore. I love the space you’re creating here! I sympathize with moving for love! Somehow I became a Central Texan.

  51. Superbe blog! I absolutely love the pictures and the way you write. Congrats, et j’ai très hate de faire quelques-une de vos recettes dans ma cuisine! All the best to you and this blog!

  52. Superbe blog! I absolutely love the pictures and the way you write. Congrats, et j’ai très hate de faire quelques-une de vos recettes dans ma cuisine! All the best to you and this blog!

  53. La Toscana è ormai la mia seconda regione!!! mio figlio grande conosce a menadito Firenze e ogni anno andiamo almeno una settimana e ce la giriamo per bene! a fine Giugno vado …..!!! :-) ora ho capito perché adoro le tue ricette e il tuo elegante blog!!!!
    un abbraccio!
    Simi

    1. Da quando mi sono trasferita il mio amore per la mia città e per la mia regione é diventato ancora più grande, quindi sentirne parlare bene mi riempie veramente iil cuore di gioia!

  54. La Toscana è ormai la mia seconda regione!!! mio figlio grande conosce a menadito Firenze e ogni anno andiamo almeno una settimana e ce la giriamo per bene! a fine Giugno vado …..!!! :-) ora ho capito perché adoro le tue ricette e il tuo elegante blog!!!!
    un abbraccio!
    Simi

    1. Da quando mi sono trasferita il mio amore per la mia città e per la mia regione é diventato ancora più grande, quindi sentirne parlare bene mi riempie veramente iil cuore di gioia!

  55. Ciao Margherita….sono irene…sono capitata solo ora qui… in questo preciso momento…e a dirtela tutta a me il tuo blog mi piace un sacco….tra le righe sento un miscuglio di emozioni…serenità….tranquillità nostalgia e tanta tanta infinita dolcezza….non ti conosco ma ti mando un abbraccio grande….e a presto….
    le foto sono bellissime….
    irene

  56. Ciao Margherita….sono irene…sono capitata solo ora qui… in questo preciso momento…e a dirtela tutta a me il tuo blog mi piace un sacco….tra le righe sento un miscuglio di emozioni…serenità….tranquillità nostalgia e tanta tanta infinita dolcezza….non ti conosco ma ti mando un abbraccio grande….e a presto….
    le foto sono bellissime….
    irene

  57. Just wanted to say that your blog is a gorgeous and inspiring corner of the Internet! Very happy that you said jamais to jamais :)

  58. Just wanted to say that your blog is a gorgeous and inspiring corner of the Internet! Very happy that you said jamais to jamais :)

  59. Ciao Margherita,

    Mia sorella mi ha mandato il link del tuo blog perché sono stata “une italienne à Québec” e tra qualche mese dovrei diventare “une italienne à Montréal” – anch’io per amore. Sono proprio felice di averti trovata. Come ha detto bene Irene nel suo commento poco piu in alto, “tra le righe sento un miscuglio di emozioni, serenità, tranquillità, nostalgia e tanta tanta infinita dolcezza.” Sono sicura che le tue ricette mi accompagneranno nei prossimi mesi e spero proprio di conoscerti presto! Complimenti per la presentazione e le foto davvero bellissime.

  60. Ciao Margherita,

    Mia sorella mi ha mandato il link del tuo blog perché sono stata “une italienne à Québec” e tra qualche mese dovrei diventare “une italienne à Montréal” – anch’io per amore. Sono proprio felice di averti trovata. Come ha detto bene Irene nel suo commento poco piu in alto, “tra le righe sento un miscuglio di emozioni, serenità, tranquillità, nostalgia e tanta tanta infinita dolcezza.” Sono sicura che le tue ricette mi accompagneranno nei prossimi mesi e spero proprio di conoscerti presto! Complimenti per la presentazione e le foto davvero bellissime.

  61. Margherita, you have such a beautiful blog! I’m sorry it’s taken me so long to properly explore it and discover the delights of ‘La Petite Casserole’. How amazing that you publish in English, French and Italian – so clever!

  62. Margherita, you have such a beautiful blog! I’m sorry it’s taken me so long to properly explore it and discover the delights of ‘La Petite Casserole’. How amazing that you publish in English, French and Italian – so clever!

  63. Hi Margherita, thanx a bunch for your support…..you have a lovely blog with translation, loved your recipes and nice to get encouragement and support from lovely bloggers. ….have a lovely day….

  64. Hi Margherita, thanx a bunch for your support…..you have a lovely blog with translation, loved your recipes and nice to get encouragement and support from lovely bloggers. ….have a lovely day….

  65. Buongiorno Cuoca, certo potresti metterlo anche in italiano il blog…e visto che sei brava..
    perché non mettere ricette anche senza glutine?
    Magari delle buone crepes di grano saraceno :-)
    saluti
    Francesco ..da Scandicci…

  66. Buongiorno Cuoca, certo potresti metterlo anche in italiano il blog…e visto che sei brava..
    perché non mettere ricette anche senza glutine?
    Magari delle buone crepes di grano saraceno :-)
    saluti
    Francesco ..da Scandicci…

  67. Ciao Margherita! Ho appena trovato il tuo blog e me piace molto! Sono francese, pero mi piace de leggere ricette in italiano, quindi il tuo blog è perfetto per me! Le fotografie sono bellissime! :) Continue comme ca!

  68. Ciao Margherita! Ho appena trovato il tuo blog e me piace molto! Sono francese, pero mi piace de leggere ricette in italiano, quindi il tuo blog è perfetto per me! Le fotografie sono bellissime! :) Continue comme ca!

  69. Anch’io come te sono 100% fiorentina e quebecchese per amore da ben 30 anni.
    É un articolo sul Corriere Italiana che mi ha fatto cosprire l’esistenza del tuo blog.
    Anch’io come te cerco di fare conoscere la nostra Toscana attraverso la sua storia culinaria.
    E sono d’accordo con te su questa tua frase :«Qui si trova di tutto, l’unica cosa che manca sono lo stracchino, le zucchine fiorentine e i carciofi. Quando torno a Firenze mangio solo carciofi e zucchine»,
    30 anni fa trovare i nostri ingredienti era un sogno.Il primo sogno é stato il cavolo nero che per anni era un illustro sconosciuto.

  70. Anch’io come te sono 100% fiorentina e quebecchese per amore da ben 30 anni.
    É un articolo sul Corriere Italiana che mi ha fatto cosprire l’esistenza del tuo blog.
    Anch’io come te cerco di fare conoscere la nostra Toscana attraverso la sua storia culinaria.
    E sono d’accordo con te su questa tua frase :«Qui si trova di tutto, l’unica cosa che manca sono lo stracchino, le zucchine fiorentine e i carciofi. Quando torno a Firenze mangio solo carciofi e zucchine»,
    30 anni fa trovare i nostri ingredienti era un sogno.Il primo sogno é stato il cavolo nero che per anni era un illustro sconosciuto.

  71. Ciao Margherita, piacere di conoscerti.
    Trovo che “J’avais dit «jamais de blog»… mais j’avais dit aussi «jamais dire jamais»” rappresenti anche la mia avventura come foodblog… Capisco!
    Complimenti per questo tuo sito, mi piace molto e vorrei avere molto più tempo per leggerti meglio.
    Mi unisco con piacere ai tuoi lettori. Ti seguirò su Fb.
    Complimenti ancora e buona domenica.
    Ciao,
    Tiziana
    profumodibroccoli.blogspot.com

  72. Ciao Margherita, piacere di conoscerti.
    Trovo che “J’avais dit «jamais de blog»… mais j’avais dit aussi «jamais dire jamais»” rappresenti anche la mia avventura come foodblog… Capisco!
    Complimenti per questo tuo sito, mi piace molto e vorrei avere molto più tempo per leggerti meglio.
    Mi unisco con piacere ai tuoi lettori. Ti seguirò su Fb.
    Complimenti ancora e buona domenica.
    Ciao,
    Tiziana
    profumodibroccoli.blogspot.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *