Madeleines with almond flour and orange.

madeleines with almond flour and orange

french version english version italian version (scroll down)

Madeleines represent the kind of cakes that are a part of my routine since I prepare them at least once every 10 days. We like to swallow them in the morning with our eyes still closed, down everything in one gulp. We all know the story of Marcel Proust and his ” mystical journey ” to the past with the first bite of a madeleine. However; no matter how much we love this cute shell, in my home unfortunately, the time goes forward and not backwards. It’s hard to find the time to eat them properly, sitting on the couch with a good tea. Still, madeleines are the cakes with which I most experience and even though sometimes these experiments do not work perfectly (no hump for example) you never dare to not eat them. 1,2,3 … they are already finished ! Today’s attempt was to prepare madeleines with almond flour and orange. For once, please, sit down and rest, I will introduce you my recipe:

Ingredients (for about 18 medium-sized madeleines):

60 gr. almond flour • 40 gr. all-purpose flour •2 eggs •80 gr. of sugar • 60 gr. of softened butter • zest and juice of a half orange •1 ½ teaspoon baking powder • a pinch of salt

  • In a bowl, mix the two flours and yeast, set aside;
  • In another bowl, mix the softened butter with the sugar and the orange zest for 1-2 minutes with a whisk;
  • Add the orange juice and beat again, then add the dry mixture and mix with a spatula;
  • Cover the mix with plastic film and keep refrigerated for at least 1 hour ; **
  • Meanwhile, preheat the oven to 200°, grease with butter and dust a madeleines mold with flour * ;
  • Take the mix out of the refrigerator, pour the mixture (about 3 teaspoons for each madeleine) and bake for 5 minutes supervising. Once the bump is formed, decrease the oven to 170 °/180 ° and cook for ten minutes, always keeping an eye on your madeleines.

I decided to garnish my madeleines with chocolate and orange zest.
* The ideal would be to keep the mixture cool overnight.
** This passage is unnecessary if you use a silicone mold

Les madeleines à la farine d’amandes et orange.

madeleines avec farine d'amandes et orange

Les madeleines sont des gâteaux qui font partie de ma routine, car je les prépare au moins une fois tous les 10 jours. Elles représentent ce que nous aimons ingurgiter le matin avec les yeux encore fermés, en n’en faisant qu’une bouchée.Tout le monde connait l’histoire de Marcel Proust et de son «mystique voyage» dans le passé à la première morsure. Même si on aime beaucoup cette mignonne coquillette, chez moi, malheureusement, le temps court vers l’avant et pas en arrière. On ne prend jamais le temps de les goûter comme il faudrait, assis sur le canapé avec un bon thé. Les madeleines sont quand même les gâteaux avec lesquels je m’amuse à expérimenter le plus, même si parfois ces expériences ne marchent pas à la perfection (pas de bosse par exemple), on n’a jamais le courage de ne pas les manger. 1,2,3… elles sont déjà finies ! La tentative d’aujourd’hui est avec la farine d’amandes parfumée à l’orange et, si vous voulez, une garniture de chocolat. Pour une fois, s’il vous plait, asseyez-vous, je vais vous présenter ma recette :

Ingrédients (pour environ 18 madeleines moyennes):

60 gr. de farine d’amandes • 40 gr. de farine tout usage • 2 œufs • 80 gr. de sucre • 60 gr. de beurre ramolli • le zeste et le jus d’une demi-orange • 1 ½ cuillère à thé de levure • une pincée de sel

  • Dans un bol, mélangez les deux farines et la levure, réservez ;
  • Dans un autre bol, mélangez bien à l’aide d’un fouet le beurre ramolli avec le sucre et le zeste pendant 1-2 minutes ;
  • Ajoutez le jus d’orange et fouettez encore, puis ajoutez le mélange sec et mélangez avec une spatule ;
  • Couvrez le pétrissage avec un film en plastique et mettez au frigo au moins 1 heure** ;
  • En attendant, préchauffez le four à 200°, beurrez et farinez légèrement un moule à madeleines* ;
  • Sortez du réfrigérateur, versez le mélange (3 cuillères à thé environ pour chaque madeleine), mettez au four 5 minutes en surveillant. Une fois que la bosse est formée, baissez votre four à 170°/180°et poursuivez la cuisson une dizaine de minutes, toujours en surveillant.

J’ai décidé de garnir mes madeleines avec du chocolat fondu au bain-marie et du zeste d’orange.
* l’idéal serait de garder le mélange au frais toute la nuit.
** ce passage est inutile, si vous allez utiliser un moule en silicone

Madeleine alla farina di mandorle e arancia

madeleine con farina di mandorle e arancia

Ingredienti (per circa 18 madeleine medie):
60 gr. di farina di mandorle • 40 gr. di farina • 2 uova • 80 gr. di zucchero • 60 gr. di burro ammorbidito • la scorza e il succo di mezza arancia • 1 ½ cucchiaino di lievito • un pizzico di sale

  • In una ciotola, mescolate le due farine e il lievito, tenete da parte;
  • In un’altra ciotola, mescolate bene con una frusta il burro ammorbidito con lo zucchero e la scorza per 1-2 minuti;
  • Aggiungete il succo d’arancia e continuate a mescolare con la frusta, poi aggiungete il mix di farina e mescolate con una spatola ;
  • Coprite l’impasto con la pellicola di plastica e mettete in frigo almeno 1 ora ; **
  • Nel frattempo, preriscaldate il forno a 200°, imburrate e infarinate leggermente uno stampo da madeleine *;
  • Tirate fuori l’impasto dal frigo, suddividete il composto (circa 3 cucchiaini per ogni madeleine), cuocete 5 minuti supervisionando. Una volta che la gobba si sará formata, abbassate il forno a 170 °/180 ° e cuocete per circa dieci minuti, sempre supervisionando.

Ho decorato le mie madeleine con cioccolata fusa a bagnomaria e scorza d’arancia.
* L’ideale sarebbe tenere l’impasto in frigo durante tutta la notte.
** Questo passaggio non è necessario se si utilizza uno stampo in silicone.

madeleines with almonds flour and orange

Photos by Ali and Margherita, hands Elif.

108 thoughts on “Madeleines with almond flour and orange.

  1. Margherita non ci posso credere…son due giorni che faccio madeleines e proprio stamattina ho sfornato quelle perfette per me…e indovina?
    Dentro ho messo scorza di arancia!
    E un ingrediente segreto che scoprirai giusto fra una settimana (è il post fisso per il Mulino di Maroggia).
    Le tue madeleines son proprio professionali, le mie son venute un pelo scure sui bordi ma con tutte le prove fatte ora basta per un po’, e trovo proprio bella la copertura al cioccolato con il bordo di arancia…mi son segnata la tua ricetta nei bookmarks perché contiene un ingrediente che adoro…le mandorle!
    La prossima ricetta di madeleines che farò è la tua ;)
    Ti mando un grande abbraccio
    Have a lovely weekend <3
    Lou

    1. Ho visto! come dire complementi per la gobba? si dice? o sta male? magari si diventasse telepatiche anche per il resto dei tuoi lievitati! grazie mille per questo complimento, un bel modo per iniziare il we!

      1. Complimenti per la gobba mi piace un sacco, mi sento un po’ Igor (o anche detto Aigor XD)
        Ecco rileggendo vedo che hai messo il composto in frigo, visto che hai messo l’appunto mi chiedo se usi tu stessa uno stampo in silicone.
        Da quanto mi dicono tutti il silicone non scalda bene come il metallo e non spinge bene Igor!
        Magari la prossima prova a vedere che succede tenendo l’impasto tutta la notte (anche se so che è difficile resistere, insomma le madeleines sono irrestitibili ;) )
        Ti auguro uno splendido weekend
        Baci!

        1. In effetti ho uno stampo in silicone… sarà quello? ora provo con quello in metallo, che é anche molto più affascinante… Igor cmq stava bene con il suo vestitino di cioccolata. Ora provo con lo stampo in metallo e la notte in frigo (che veramente funziona!)…. dove arriveranno??? buon we a te Lou!

          1. Super Igor alla riscossa!
            Sono molto curiosa di vedere i risultati…questa cosa del silicone me l’ha fatta notare mia madre quando ho fatto dei popovers che non hanno affatto poppato over :D
            Dai dai dai, bellino Igor vestito di cioccolato me lo son proprio immaginato Marty Feldmann ricoperto di fondente :D
            Bacissimi

  2. Et oui, Proust et son fameux passage des Madeleines. Proust aurait certainement aime les tiennes. J’ai fait un post sur les madeleines mais la prochaine fois je vais utiliser ta recette :) Elles sont tellement bonnes!

    1. Merci Linda… crois-tu qu’il apprécierait? son approbation serait quand même un bon résultat! je vais chercher ta recette car je suis toujours intéressée à de nouvelles recettes! je te souhaite un bon we!

  3. Moi aussi, j’adore les madeleines, ces “petits coquillages dodus” si savoureux. Orange, chocolat, amandes quel belle association !

  4. Pensa che non le ho mai fatte, ma tra la marea di stampini che ho acquistato in Germania quest’inverno c’è pure quello per le madeleines, quindi non posso non provarci (prima o poi….perchè mi è uscita un’intolleranza al grano da far paura, quindi per un po’ me ne sto calmina)!
    Con il cioccolato e l’arancia sono bellissime, hanno un aspetto quasi natalizio e penso potrebbero piacere anche ai miei due ciocco-addicted!
    Un bacione!

    1. davvero allergia al grano? non voglio sentirmi responsabile, quindi sono più contenta se non le provi! lo stampo e la mia ricetta rimangono li ad aspettarti! spero passi tutto, un bacione buon we!

  5. J’adore tes madeleines et tes photos (surtout la dernière) mettent vraiment l’eau à la bouche ! Avec la poudre d’amandes, ça doit être délicieux !

  6. These are beautiful Margherita! The top photos actually look like lovely chocolate-dipped almonds :) I can imagine how well all of the flavours would go together! I am definitely going to bookmark these to make for my mother… she loves the combination of almond and orange x

  7. That goodness!!!
    As soon as I saw the picture, I immediately thought of my son Mark Who loves madlenettes I emailed this recipe because he also loves dark chocolate , so too good , too terribly greedy.

  8. What little beauties these are, Margherita. I quite enjoy a madeleine myself and loving the chocolate and orange combo of your recipe. I do not have a madeleine pan, but am now considering getting one because these look delicious!

  9. Parlavo giusto oggi, del tempo buono e del tempo ingrato, quello che il più delle volte non ti lascia spazio.Fortunatamente ci sono motivi e pensieri, come queste piccole madeleines, che ti fanno decidere che il tempo si troverà: per restare seduti ad ascoltare o alzarsie cominciare ad impastare, per un buon tè in compagnia o una buona lettura in silenzio…

    1. Maledetto tempo ingrato, mi frega sempre. Ma il pensiero che il tempo si troverà per fare cosa e come ne ho voglia io, mi mette di buon umore, d’altra parte si sa c’é impasto e impasto. Un abbraccino cara Manuela.

  10. E si vede da quanto sono perfette che questo dolcetto lo prepari spesso! ..e mi hai fatto riflettere sul fatto che io invece les madeleines non le preparo da una vita… comprai degli stampi in silicone un anno fa, proprio perchè quelli in acciaio li ho lasciati a casa di mamma …. poi con quella colata di cioccolato, quel accento agrumato di arancia che si fonde al sapore delle mandorle (che adoro) sono proprio irresistibili… cioè voglio dire… 1,2,3 un sol boccone di fila :))
    Le foto poi sono bellissime e molto familiari, non è la prima volta che ti parlo di “familiarità” ma è il termine che considero più appropriato! le tue foto mi fanno sentire a casa, non te lo so spiegare… ma riescono a trasmettermi parte del tuo mondo e tuo modo di far cucina.. :) un abbraccio grande Marghe e buon fine settimana:**

    1. Dopo aver fatto queste madeleines mi sono pentita di aver usato troppo poco l’arancia questo inverno, fosse solo per l’odore che mi rimane fra le dita dopo aver grattato la loro buccia. Grazie mille Simona per questo messaggio, mi hai detto delle cose bellissime. Quelle che ogni tanto si ha bisogno di sentirsi dire. Un abbraccino grande e grazie mille per questo sorrisone che mi hai regalato!

  11. I adore madeleines! Like you, we inhale them too! I do try and sit while I’m inhaling, but still, they get eaten too quickly, they are also the things I like to experiment with, just like you. Last year I made some strawberry ones and orange and cardamom ones. So good!! These are amazing! Love the chocolate dipped and the orange zest! Très délicieux!

    1. In effetti non ci avevo pensato… anche se mi dicono che il trend della primavera estate sarà il celeste… Potrei farle al gusto “puffo” la prossima volta! grazie mille per essere passata!

  12. oh santa maria!!! ti pregodimmi che non ho appena visto le tue mani che inzuppano nel cioccolato la madeleine!!!! non posso resistere! davvero non posso!!!! aiuto!!!!!!!!!!! e io che sto cercando di fare la brava perchè ho esagerato…come si fa?!?!?!?!?

    1. Non sono le mie mani, ma quelle della mia amica Elif che si presta sempre a queste cose in cambio di cibo. Cmq si lo abbiamo fatto, le abbiamo inzuppate nella cioccolata… lo so, con l’estate che si avvicina non sono onesta. Sono almeno 2 settimane che mi dico ” da domani dieta”, ma purtroppo rimandare é una cosa che in questo caso mi riesce benissimo! buon we Elena!

  13. You know I’ve never made madeleines and I don’t even own a madeleine pan. You have however, inspired me and I’m now thinking I should try them. Thanks for sharing. They look great!

  14. Ci sono dolci da cui non puoi più separarti, una volta provati. E continui a farli, volerli, desiderarli. Ecco, a me succede con le madelaneis. Sognate ai tempi di Proust, assaggiate ai tempi dei primi viaggi in Francia e gustate oggi grazie a un stampo in silicone che è stato uno degli acquisti migliori di sempre. E’ assurdo che non siano apparse nel mio blog ancora, ma forse le cose che amiamo hanno bisogno, a volte, di più attesa…
    La tua versione è davvero golosa, quel cioccolato fuso è una gioia per gli occhi anche per chi come me non ne fa un grande uso… e la scorza d’arancia sembra un colletto di qualche abito vintage… perfetto, dunque.

    1. O forse perché le amiamo talmente tanto che spariscono veloci, senza che si abbia il tempo di fotografarle? a casa mia questa potrebbe essere una soluzione. Mi piace l’idea che ti ricordino un colletto di un abito vintage, vediamo se mi invento qualcosa per scarpe e borsetta! un bacino Francesca, grazie per essere passata e buona settimana!

    1. Ma come??? No tu? con quel curriculum invidiabile di lievitati non ti sei mai fatta tentare dalla gobba delle madeleines? devi rimediare! non per forza con la mia ricetta, ma devi farlo, vedrai sono una droga!

  15. Hai ragione Margherita ogni tanto una pausa ci vuole… Sai che non le ho mai fatte? Ho tutti gli stampi del mondo ma non le ho mai fatte…. Devo vincere la paura della gobba :-) Un bacione

  16. Carissima Margherita, sono bellissime cosi’ abbigliate :D….la prima volta che le ho fatte un po’ di tempo fà le ho fatte con gli stampi in silicone, come te lasciate in frigo per 1 ora, ma le successive volte che le ho fatte, (sono un’abitué anche da me) uso delle formine in ferro anche di forma diversa, ho una foto non ancora pubblicata che sono perfette con la gobetta, dunque penso che a conti fatti , preparare l’impasto la sera e cuocerla il giorno dopo é meglio e si mangiano pure velocemente tiepidi ;)

    ti auguro una buona notte !!

    1. Lasciarle in frigo una notte é decisamente la cosa migliore che si possa fare…ma essendo una che va sempre di fretta e che non ha alcuna idea di cosa sia la pazienza a volte la lascio in frigo giusto un’oretta… sono curiosa di vedere la tua gobba! grazie per il tuo commento!

  17. Hai fatto delle madeleines molto fashion :D he si quella punta d’arancio mi ha conquistato all’istante! Devono essere ottime oltre che belle e poi che foto!
    Baci Margherita

  18. ma certo… chi, dimmi chi, non prepara le madeleines almeno 1 volta ogni 10 giorni????? io certe volte neanche la pasta cucino ogni 10 giorni!!! è che ultimamente conduco una vita un filino troppo frenetica, sempre di corsa, sempre coi tempi stretti, e sempre con meno appuntamenti per assurdo!
    il problema saranno gli spostamenti… chessò… certo se sulla strada troivassi una bella pasticceria dove poter acquistare una paio di madeleines da sbocconcellare durante il viaggio……… ah, sarei una donna felice!
    bacissimi!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.