Homemade breadsticks with tahini

grissini fatti in casa

french version english version italian version(faire défiler/scorrere in basso /scroll down)

Breadsticks in my house have a very short life. I think no breadstick has lived more than 12 hours. Not a single one. We are greedy eaters of these tiny crunchy pieces of bread. When I saw the recipe at Laura’s, I didn’t even take two seconds to think, and I went compulsively into action. Thanks to the help of some friends, a couple of hours after, these tahini breadsticks were completely gone all together with a bottle of prosecco with no respect for the friend who was late. It’s a shame, I know, but for the unwritten rules of good friendship I have to make them again very soon…

Ingredients:

450 gr. of bread flour • 1 teaspoon of dry active yeast • 1 teaspoon of baking soda • 250 ml of warm water • 4 tablespoons of honey (for me maple syrup) • 4 tablespoons of tahini • 1 teaspoon of salt • 2 tablespoons of vegetable oil (for me avocado oil) • sesame seeds + black sesame seeds +coarse salt to decorate

  • In a large bowl sift the flour with baking soda and salt;
  • Dissolve the yeast in warm water, and then add honey (or maple syrup), tahini and oil, mix;
  • Add the liquid to the flour mixture; knead by hand or with a mixer (if the dough is too wet, add a little bit of flour, but do not overdo it) until you get a homogeneous mixture;
  • Let raise the dough covered for 2 hours (or more);
  • Preheat the oven at 180 ° and line a large roasting pan with parchment paper;
  • Spread the dough in a lightly floured surface, sprinkle with sesame seeds and cut the dough into strips of 1-2 cm each, roll with your hands one at the time making a spiral;
  • Place the tahini breadsticks not too glued together and cook them for 30 minutes or until they are golden brown.

Gressins maison avec tahini

homemade bread sticks

Les gressins chez moi ont vraiment une durée de vie très courte. Je crois qu’aucun gressin n’a survécu plus de 12 heures. Aucun ! Nous sommes fièrement maniaques de ces petits morceaux croquants de pain. Quand j’ai vu la recette de Laura, je n’ai même pas réfléchi, je suis passée compulsivement à l’action. Grâce à la complicité de quelques amis, les gressins au tahini ont fini avec une bouteille de Prosecco sans aucun respect pour l’ami retardataire. C’est dommage, mais pour les règles de la bonne amitié, je serai obligée de les refaire sous peu…

Ingrédients:

450 gr. de farine à pain •1 cuillère à thé de levure sèche à pain • 1 cuillère à thé de bicarbonate • 250 ml. d’eau tiède • 4 cuillères à table de miel (pour moi sirop d’érable) • 4 cuillères à table de tahini • 1 cuillère à thé de sel • 2 cuillères à table d’huile végétale (pour moi d’avocat) • graines de sésame +graines de sésame noir + sel gros pour décorer

  • Dans un grand bol, tamisez la farine avec le bicarbonate et le sel;
  • Faites fondre la levure dans l’eau tiède, puis ajoutez le miel (ou sirop d’érable), le tahini et l’huile, mélangez ;
  • Ajoutez les liquides au mélange de farine, mélangez à la main ou avec un mélangeur (si le pétrissage est trop humide, ajoutez un peu de farine, mais n’exagérez pas) jusqu’à obtenir un mélange très homogène;
  • Laissez lever le pétrissage couvert pendant 2 heures (ou plus);
  • Préchauffez le four à 180°, et tamisez une grande plaque à rôtir avec du papier parchemin;
  • Étalez le pétrissage sur une surface légèrement farinée, saupoudrez de graines de sésame et coupez la pâte en bandes de 1 à 2 cm et roulez-les en spirale avec vos mains;
  • Placez les gressins pas trop collés les uns aux autres et cuisez-les pendant 30 minutes ou jusqu’à ce qu’ils soient bien dorés.

Grissini alla tahina

gressins maison au tahini

Ingredienti:

450 gr. di farina (per me manitoba) • 1 cucchiaino di lievito di birra secco • 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio • 250 ml. di acqua tiepida • 4 cucchiai di miele (per me sciroppo d’acero) • 4 cucchiai di tahina • 1 cucchiaino di sale • 2 cucchiai di olio vegetale (per me d’avocado) • semi di sesamo+ sesamo nero + sale grosso per decorare

  • In una grande ciotola, setacciate insieme la farina, il bicarbonato e il sale;
  • Sciogliete il lievito nell’acqua tiepida, quindi aggiungere il miele (o sciroppo d’acero), tahina e olio, mescolate;
  • Aggiungete il composto liquido alla miscela di farina, mescolate a mano o con una planetaria (se l’impasto risultasse troppo umido, aggiungete un po ‘di farina, ma non esagerate) fino ad ottenere una miscela omogenea;
  • Lasciate lievitare l’impasto coperto per 2 ore (o più);
  • Preriscaldate il forno a 180 ° e foderate una placca con carta da forno;
  • Stendete l’impasto su una superficie leggermente infarinata, cospargete di semi di sesamo e sale grosso e tagliate la pasta in striscioline di 1-2 cm e con le vostre mani arrotolatele a spirale ;
  • Posizionate i grissini sulla placca non troppo vicini tra loro e cuoceteli per 30 minuti o fino a quando non saranno ben dorati.

30 thoughts on “Homemade breadsticks with tahini

  1. Is there any wonder that these are gobbled up so quickly in your house, Margy? Wow, they look and sound fabulous! Mmm, and with tahini and maple syrup? I want to make them now!! :D

    1. I really hope that you can give this recipe a try…. I’m pretty sure they will be blobbed up in your house too! Thanks a lot for you comment!

    1. Il faut absolument essayer cette recette, s’il te plait, fais moi confiance… tu vas vraiment les adorer!

  2. Sono curiosissima di provare la tua versione di grissini, perchè sono troppo belli. Anche a casa mia non resistono più di 12 ore e io sono letteralmente drogata da farinacei che sgranocchiano.
    Un abbraccio :)

    1. Della serie… basta che facciano “cronch” non é vero? Grazie mille per il tuo commento… stavo giusto venendo da te per i cracker di kamut e riso… come vedi sono ben informata ;)

  3. La crema al sesamo, dopo averla a lungo desiderata, l’ho provata per la prima volta mesi fa. L’ho trovata buonissima, così densa, liscia, setosa. Ma ha anche un difetto: è altamente pericolosa! Sì, se apri il vasetto rischi di volerla mettere ovunque, magari anche dentro un ciambellone! :D Se ti dicessi che apparirà prestissimo anche da me e forse proprio la prossima domenica?! Ma io sono andata sul dolce… perchè al salato pensi tu! ;-)

    1. Eh lo so, ecco perché ne ho comprato un barattolo gigante al mercato Turco…. mi ci potrei fare il bagno!!! Ma la bella stagione sta arrivando anche da noi (finalmente) tempo di melanzane e stuzzichino vari, non si può rischiare di rimanere senza. Mi incuriosisce la tua ricetta dolce, io ci ho fatto i biscotti e mi/ci sono piaciuti un sacco… aspetto domenica con ansia!

  4. Amo gli aperitivi perchè accompagnano attimi informali, rilassati, anticipano quello che verrà. Si mangia e si beve, non necessariamente in quest’ordine :) Fondamentalmente (ah, bei tempi quelli) gli aperitivi che offrivo ai miei amici li preparavo in terrazza, e preparavo loro rustici, piccole tartine, grissini. A quei tempi non avevo ancora il blog (in realtà non sapevo nemmeno che una comune mortale potesse tenerne uno) e di conseguenza, devo esser sincera, non ne curavo l’aspetto, non eran belli come i tuoi… erano simili ai manici d’ombrello, perchè poi creavo una sorta di curva ad un’estremità, in modo tale che potessero essere appesi ai bordi dei bicchieri. Chissà cosa mi diceva la testa :) . Ecco, son scesa dal tuo davanzale, mi offri l’aperitivo, così ci conosciamo meglio? A.

    1. Ti dirò che sono stata a lungo indecisa se postare questa ricetta o meno, perché secondo me non erano abbastanza belli e non rendevano giustizia alla loro bontà… la mancanza di tempo ha prevalso sulla mia incertezza. Mi fa piacere che tu li trovi belli…. per me erano solo molto molto buoni! Cmq vieni vieni, che ti aspetto… giusto il tempo di prendere une olive! ; )

    1. Ah oui? Peut-être je me suis trompée sur le nom, en faisant un traduction italien-française! Mais de toute façon, ils sont vraiment bons!
      Merci pour ton commentaire!

  5. Anche noi siamo in pieno mood aperitivo e ci piace anche questa trasgressione bonaria delle regole del galateo!! Cedere alla tentazione di qualcosa che è lì davanti e così facile da raggiungere ha il suo perché e ci saremmo sicuramente trovate ad essere complici nella razzia di questi fantastici grissini, così affusolati danno l’idea di essere super croccanti. E dove c’è una bollicina e una proposta di aperitivo le Pancette non mancano mai!! Detto questo li vogliamo assolutamente fare per il prossimo fine settimana!! W la nostra Marghe!

    1. Ah ragazze, sai che aperitivo avremmo organizzato nel vostro giardino con questi grissini e il vostro shortbread salato??? Roba seria!!!

  6. te l’abbiamo già detto, che il cibo da aperitivo ci piace decisamente troppo, vero? ci eravamo innamorate anche noi di questa ricetta da Laura ma, causa tempi decisamente troppo ristretti, non siamo ancora riusciti a prepararli. Il tahini è una grande passione in casa, anche semplicemente spalmato sul pane la mattina a colazione dà il meglio di sé…poi scopri che ci puoi fare anche le vinagrette (o “peggio”…pucciare le carote crude, non potrei mai fermarmi!) e la sesamo-mania prende il sopravvento. Dici che anche questi, già con base tahini, si prestino ad essere immersi in tanta, troppa crema di sesamo?:-)
    Marta

    1. Ah Marta te l’ho detto un sacco di volte… dovresti venire qui da me per vedere che le creme spalmabili si vendono di qualsiasi noce/nocciolina/semino… potresti impazzire??? Se cmq la tahina é la tua/vostra passione, non aspettate e fateli questi grissini, sono uno spettacolo! Un bacione e a presto!

  7. I grissini hanno lo stesso effetto su di me, se poi ci aggiungi delle spezie è finita!
    Però è un po’ che non ne faccio, o che non ne faccio abbastanza per fotografarne ;)
    Bisognerà che mi rimbocchi le maniche!

    1. Sarei molto curiosa di vedere i tuoi grissini… d’altra parte si sa, tu “con le mani in pasta” ci sai proprio fare!

  8. They look wonderful Margherita! Perfect for pre-dinner nibbles along with a glass of Prosecco – lovely!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.