Small milk and chocolate buns

sweet milk buns

french version english version italian version (SCROLL DOWN)

I have an “internal” war between my moral responsibility and the craving that I have for bread, in all its forms. Well, this “war” is doomed; it’s completely useless ringing around. After 3 days of resistance, I find my body walking inside a bakery or preparing some bread. These sweet buns came together with the necessity to dip something soft and sweet in my morning coffee. I saw them on Simona’s blog some months ago and finally the resistance is over. Let’s join me reinterpreting her recipe. Maybe it’s not the perfect recipe for a party, but I’m sure someone at Angie’s will love my sweet buns anyway!

Ingredients (for about 15-18 buns)

260 gr. of all purpose flour • about 8 gr. of fresh yeast • 50 gr. of milk • 15 gr. of maple syrup (or sugar) • 2 eggs • 4 gr. of salt • 110 gr. of butter • 1 egg yolk + milk for brushing • 120 gr. of chocolate chips

  • Heat the milk until it begins to boil, turn it off and let cool;
  • In a bowl, put the flour to form a hole, dissolve the yeast with the milk and put the liquid in the middle, do not mix and let stand, covered, 1 hour;
  • Add eggs, syrup and salt to the flour mixture, form a ball and knead for 10 minutes by hand (5 minutes with a mixer)
  • Add the butter, cut into squares and mix further 10 minutes *;
  • Add the chocolate chips by mixing and let stand, covered, 3-4 hours;
  • Put kneading on floured surface and take small amounts of dough, give the form of a roll each piece;
  • Put the bread on a tray lined roasting pan with parchment paper;
  • Mix egg yolk with milk and brush each roll, let stand covered for about 45 minutes;
  • Preheat oven to 180 °;
  • Bake 25 minutes, allow to cool before tasting.
  • Keep them in a metal box for 3 days max.

* Kneading will be very sticky, add a little flour only to remove it from the surface or mixer bowl.

Petits pains au lait et pépites de chocolat

pain au lait et pépites de chocolat

Définitivement, ma lutte pour ne pas céder à la tentation du pain, sous toutes ses formes, est vouée à l’échec. Au bout 3 jours, je succombe dans une boulangerie ou   dans le désir d’en préparer. Ces petits pains sont arrivés avec l’envie de plonger quelque chose de tendre et doux dans mon café. Je les avais vus sur le blog de Simona, il y a quelque temps, mais ce n’est plus l’heure de résister, alors à mon tour d’interpréter sa recette.

Ingrédients (pour environ 15-18 petits pains):

260 gr. de farine tout usage • environ 8 gr. de levure fraîche • 50 gr. de lait • 15 gr. de sirop d’érable (ou de sucre) • 2 œufs • 4 gr. de sel • 110 gr. de beurre • 1 jaune d’œuf + du lait pour badigeonner • 120 gr. pépites de chocolat

  • Réchauffez le lait jusqu’à ce qu’il commence à bouillir, éteignez-le et laissez refroidir ;
  • Dans un bol, mettez la farine en formant un trou, dissolvez la levure avec le lait et mettez le liquide au milieu, ne mélangez pas et laissez reposer couvert 1 heure;
  • Ajoutez les œufs , le sirop et le sel au mélange de farine, formez une boule et pétrissez 10 minutes à la main (5 minutes avec un mélangeur) ;
  • Ajoutez le beurre coupé en carrés, et mélangez 10 minutes encore* ;
  • Ajoutez les pépites de chocolat en mélangeant, puis laissez reposer couvert 3-4 heures ;
  • Mettez le pétrissage sur une surface farinée et prenez des petites quantités de pâte, donnez la forme d’un petit pain à chaque morceau;
  • Mettez les pains sur un plateau à rôtir tapissé avec du papier parchemin ;
  • Mélangez le jaune d’œuf avec du lait et badigeonner chaque petit pain, laissez-les reposer couvert environ 45 minutes;
  • Préchauffez le four à 180°;
  • Cuisez 25 minutes, laissez-les refroidir avant de les goûter.
  • Conservez-les dans une boite en métal pendant 3 jours max.

* le pétrissage sera très gluant, ajoutez-y seulement un peu de farine pour le retirer de la surface ou du bol du mélangeur.

Panini al latte con gocce di cioccolata

panini al latte con gocce di cioccolata

Ingredienti (per circa 15-18 panini)

260 gr. di farina • 8 gr. lievito di birra fresco • 50 gr. di latte • 15 gr. di sciroppo d’acero (o zucchero) • 2 uova • 4 gr. di sale • 110 gr. di burro • 1 tuorlo d’uovo + latte per spennellare • 120 gr. gocce di cioccolato

Scaldate il latte fino a quando non comincia a bollire, spegnetelo e lasciate raffreddare;
In una ciotola, mettete la farina e al centro formate come un « buco », sciogliete il lievito nel latte raffreddato e versate il liquido al centro, non mescolate, coprite con un po’ di farina presa dai lati e lasciate riposare coperto per 1 ora;
Aggiungete le uova, lo sciroppo d’acero e il sale alla miscela di farina, impastate per 10 minuti a mano (5 minuti con un robot da cucina);
Aggiungete il burro tagliato a quadratini e mescolate per altri 10 minuti *;
Aggiungete per ultime le gocce di cioccolato, mescolate e lasciate poi riposare, coperto, per 3-4 ore;
Mettete l’impasto su una superficie infarinata e prendendo piccole quantità d’impasto, formate i panini;
Mettete i panini al latte su una teglia foderata con carta da forno;
Mescolate il tuorlo d’uovo con il latte e spennellate ogni panino, lasciateli riposare coperti per ancora 45 minuti;
Preriscaldate il forno a 180 °;
Cuocete per 25 minuti, lasciateli raffreddare prima di mangiarli;
Conservateli in una scatola di metallo per 3 giorni max.

* L’impasto sarà molto appiccicoso, aggiungete un po’ di farina solo per rimuoverlo dalla ciotola.

53 thoughts on “Small milk and chocolate buns

  1. Sai che i lievitati sono il mio debole e tra poco diverranno anche il mio lavoro…..quindi potevo restare indifferente ai tuoi panini??!?!?! Se posso Marghe, per abitudine, io quando utilizzo il lievito di birra ( e qualche volta succede) ne uso pochissimo e allungo i tempi di lievitazione….L’ impasto risulta più morbido più a lungo e non si sente affatto l’ odore del lievito! Qui io avrei messo 4/5g…..sono certa però che saranno stati buonissimi, con lo sciroppo d’ acero poi….anche di più !!!!! Spero vada tutto bene, per il resto…ti abbraccio e buona giornata…o serata ?!?!!?!!!

  2. How I would have loved these for breakfast this morning! Personally I regard chocolate as one of the major foodgroups that need to be eaten daily ;-) Happy FF!

  3. che visione meravigliosa, cosi di mattina, quando non ho ancora fatto colazione, fuori la giornata è uggiosa e la mia stanza non è ancora calda calda…. belli… per tutti questi motivi ne vorrei almeno 5, qui subito! :)))

  4. E anche questa volta mi lascio sedurre dal francese e rileggo più volte il titolo della ricetta, facendo finta di essere in un bistrot parigino a fare colazione, inebriata dal profumo non solo dei lievitati, ma della poesia che è nell’aria! Dovrò quanto prima provare a ricreare l’atmosfera come hai fatto tu…
    :-)

  5. These buns are wholesome and adorable. They look so delicious too. And finally, I really want that mug! Nice to have you at the party this week, Margy, and have a wonderful weekend!

  6. There is a wonderful talk on Ted Talks about bread being the staff of life – it’s is in our genetic makeup – no wonder it is so hard to resist!! Your buns are the perfect antidote to deprivation, Margy – I wouldn’t mind a couple myself, right now! Happy Fiesta Friday! X

  7. Lieviati?Presente!
    Niente io proprio non riesco a restare indifferente a tutto ciò che abbia la forma di un panino :)
    Li avevo provati ormai un sacco di temo fa questi panini e il successo era stato clamoroso…mi hai fatto venir voglia di prepararli per la colazione di domani :)

  8. Haha, I do have a great craving for bread too, but since I am no where close to your fabulous talent with breads, I am safe for now, except when I visit the local bakery :) These buns are just beautiful! Happy FF xx

  9. Margherita, non possiamo che concordare con te! Non c’è niente di più bello e soddisfacente che vedere l’impasto crescere e crescere…sforniamo il pane in casa ogni due giorni e non andiamo in un panificio da almeno cinque anni. I lievitati dolci per la prima colazione sono fantastici, non troppo dolci e la soddisfazione che solo del pane sa dare, poi vuoi mettere se con le gocce di cioccolato!

  10. It sure is the perfect recipe for a party, Margherita. :) I’ll definitely have one.. or five. :) I cannot resist bread at any time. I love it in any possible way and I always will. No sense in trying to stay away from it. :) Happy Fiesta Friday and I’m sure the rest of the gang will love them too. :)

  11. Marghe eccomi, spero che questo messaggio vada a buon fine… sono felicissima che i pangoccioli ti siano piaciuti anche e hai fatto bene ad adattarli ai tuoi gusti…. quel tocco di sciroppo d’acero dev’essere squisito…. Ti ringrazio per la citazione e complimenti per il risultato… ps noi qui li prepariamo anche per le feste! Gin e i suoi amici li mangiano più volentieri di cupcakes e torte… :D un caro abbraccio a te marghe <3

  12. Mia carissima, sono bellissimi e immagiono altrettanto buoni, e non mi sembra un’impasto complicato come ho sempre pensato inceve per poterli riuscire cosi bene. Ho una gran voglia di provare!!!!

    e visto che sono finalmente riuscita a passare da te dopo un po’ di tempo, ti lascio il mio abbraccio più affettuoso!

  13. Looks like you and I both share the same struggle! Bread is a weakness, eating it, baking it, buying it….sigh. I’m torturing myself right now by going gluten free and dairy free for my allergies, I hope there is no significant change so I can talk myself into going back on bread :)
    Love these sweet buns, of course, they are weakness too, I love yeasted anything. And the more I read sweet posts like these, the more ready I’m to say “*!#% it! ” to my diet :)

  14. Mi sa che son meglio di quelli confezionati che si schiacciano… Diventano mappazza! …chissá i tuoi che soffici e gustosi! Prima o poi li faccio ;)

  15. Margherita ma lo sai che a breve vedrai anche i miei? Mi stra piacciono come sempre i tuoi scatti, rustici e belli e sono certa che i tuoi panini siano buoni, buoni. Poi l’hai provata la pizza? A me piace fare le lievitazioni lunghe e sono certa che se provi anche tu te ne innamorerai e se te lo dico io che sono un tipo da ricette sciué sciué ci puoi credere.
    Un abbraccio grandissimo

  16. Cara Margherita, perchè lottare tanto per astenersi, sai che ti dico che la prossimo volta questi panini li faremo ripieni di marmellata di gelsi!;-) mandami il tuo indirizzo!

Rispondi a Lori Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.